La Biblioteca

 

Dal 1923 la biblioteca di Clinica Oculistica ha avuto sede in locali provvisti di arredi originali dell'epoca; con il trasferimento nei nuovi locali del Padiglione Palagi nel 2008 anche la Biblioteca ha subito un ridimensionamento per la carenza di locali appropriati dedicati. Ha trovato però collocazione in uno spazio modernamente arredato, che viene usato per lezioni e seminari per gli iscritti alla Scuola di Specializzazione in Oftalmologia.

La nuova Biblioteca continua ad offrire servizi di consultazione e di invio di articoli anche ad utenti esterni. La Biblioteca fa parte del Sistema Bibliotecario d'Ateneo e raccoglie le intere raccolte delle venti più importanti riviste del settore, in lingua inglese, francese e tedesca. Ai volumi cartacei si sono più recentemente aggiunti gli abbonamenti on-line, direttamente consultabili in loco.

 

Tra le più antiche Biblioteche Universitarie di Oftalmologia in Italia, la Biblioteca della Clinica Oculistica dell'Università  di Bologna raccoglie circa 800 antichi volumi e raccolte.
Tra i più prestigiosi citiamo l'edizione 1887 del celebre De Wecker-Landolt Traitè Complet d'Ophtalmologie e l'Atlante del fondo dell'occhio del Liebreich con tavole dipinte a mano del 1870.

All'interno della Biblioteca è stato ricreato il piccolo ma interessante Museo di apparecchi oculistici, già  dislocato nel vecchio Padiglione