La superficie oculare

La superficie oculare è la parte anteriore dell'occhio e rappresenta l'interfaccia tra l'occhio e l'ambiente esterno; le strutture direttamente coinvolte sono la cornea, la congiuntiva e il film lacrimale.
In maniera più appropriata è stato elaborato il concetto di Sistema della Superficie Oculare, definito come gli epiteli di cornea, congiuntiva, ghiandola lacrimale principale, ghiandole lacrimali accessorie, dotto nasolacrimale, ghiandole di Meibomio e loro matrici apicali e basali, concepiti come un unico sistema funzionale, legati dalla continuità degli epiteli, attraverso il sistema nervoso, endocrino e immunitario (International Dry Eye Workshop, 2007).

 

 

Per capire meglio la stretta relazione che esiste tra le varie componenti in gioco, la superficie oculare può essere paragonata ad un fiore.

Per mantenere la superficie oculare efficiente ed in salute così come un fiore, è necessario avere prima di tutto un buon seme (le cellule staminali dalle quali originano gli epiteli); il seme si svilupperà  in una pianta sana con bellissimi fiori (gli epiteli) solo quando vi è una provvista adeguata di buona acqua (cioè le lacrime).
Oltre all'acqua il seme, e più tardi le radici, avranno bisogno di essere nutriti da altre sostanze del suolo (i fibroblasti stromali e la matrice connettivale).
Quanto più si conosce di questa interessante parte dell'occhio, tanto più si discute per stabilire criteri diagnostici univoci allo scopo di formulare efficaci strategie terapeutiche.